SEI QUI:

Bando

Diritti a scuola - Avviso pubblico 11/2016

La Regione Puglia ha individuato nel capitale umano e nel miglioramento qualitativo dei sistemi di istruzione e formazione, le leve per incidere sullo sviluppo e la crescita economica e sociale del territorio regionale. Investire nell'innalzamento dei livelli di istruzione e formazione - in un più generale contesto di valorizzazione delle risorse umane - è, infatti, uno dei temi centrali delle politiche regionali e rappresenta, in prospettiva, un importate investimento in quanto fattore determinante per conseguire adeguati  livelli di benessere e coesione sociale della popolazione.
La Regione Puglia ha avviato - sin dal 2009 - un progetto sperimentale, poi consolidatosi nel corso degli anni, di contrasto all'abbandono scolastico, attraverso cui si è scelto di puntare su un approccio "preventivo" ai temi della dispersione e dell'abbandono, con interventi rivolti  agli allievi della scuola primaria e secondaria di I grado, ed al biennio delle scuole secondarie di Il grado, ritenendo quel segmento formativo un terreno fertile che potrebbe creare le condizioni che favoriscono i successivi fenomeni di "estraneità" a ogni percorso formativo.
Si tratta di un cammino che ha conseguito risultati apprezzabili nella programmazione 2007/2013 del FSE nel contrasto alla dispersione scolastica e nel consolidamento delle competenze di base e trasversali nell'area della lettura/comprensione del testo, della matematica e delle scienze.

Con le sette edizioni del progetto denominato "Diritti  a Scuola" sono state messe a disposizione del sistema scolastico importanti  risorse umane aggiuntive che hanno consentito non solo di realizzare interventi di recupero individualizzati, ma anche di introdurre elementi di innovazione e di cambiamento nell'organizzazione e nei processi di insegnamento/ apprendimento.

Fonti:

D.G.R. n.1943 del 30.11.2016

2017-06-22 12:22:00.0