SEI QUI:

Asse Prioritario VI (OT VI) 

Asse VI (OT VI): Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali

L'Asse VI interviene in tema di valorizzazione delle risorse naturali e turistico-culturali. 
In tema di rifiuti, la strategia regionale contempla sia l'obiettivo di favorire la riduzione della produzione dei rifiuti sia quello d'incentivare i migliori modelli e strumenti per aumentare le percentuali di raccolta differenziata attraverso la riorganizzazione dei servizi. Inoltre s'intende promuovere l'adozione di Piani di Prevenzione della produzioni di rifiuti in ambito ARO, incentivare la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità, favorire la riduzione dei rifiuti nell'ambito delle mense pubbliche, ridurre la produzione di plastica attraverso l'acquisto di stazioni comunali di microfiltrazione dell'acqua pubblica, stimolare l'adozione di procedure per Acquisti Verdi nella PA oltre che avviare una campagna di comunicazione sul consumo sostenibile e la riduzione dei rifiuti. All'interno della strategia regionale occupa un posto di rilievo la realizzazione di sistemi di raccolta differenziata pneumatica e la costruzione di Centri di raccolta comunale o intercomunale di rifiuti urbani ed assimilati agli urbani differenziati.

Previsto inoltre il rafforzamento delle dotazioni impiantistiche per il trattamento e per il recupero, anche di energia, in base ai principi di autosufficienza, prossimità territoriale e minimizzazione degli impatti ambientali. In questo senso è da considerare la realizzazione di impianti per il trattamento della frazione organica (con processo di digestione aerobico e/o anaerobico), la riconversione degli impianti pubblici di biostabilizzazione; l'installazione di impianti di trattamento e recupero di materie prime secondarie, il Revamping degli impianti pubblici esistenti; e la riattivazione dei CMRD pubblici non in esercizio.

OBIETTIVI SPECIFICI

OTTIMIZZARE LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI SECONDO LA GERARCHIA COMUNITARIA (RA 6.1)
RESTITUIRE ALL'USO PRODUTTIVO LE AREE INQUINATE (RA 6.2)
MIGLIORARE IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PER USI CIVILI E RIDURRE LE PERDITE DI RETE DI ACQUEDOTTO (RA 6.3)
MANTENERE E MIGLIORARE LA QUALITÀ DEI CORPI IDRICI (RA 6.4)
CONTRIBUIRE AD ARRESTARE LA PERDITA DI BIODIVERSITÀ TERRESTRE E MARINA, MANTENENDO E RIPRISTINANDO I SERVIZI ECO SISTEMICI (RA 6.5)
MIGLIORARE LE CONDIZIONI E GLI STANDARD DI OFFERTA E FRUIZIONE DEL PATRIMONIO NELLE AREE DI ATTRAZIONE NATURALE (RA 6.6)
MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI E GLI STANDARD DI OFFERTA E FRUIZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE, NELLE AREE DI ATTRAZIONE (RA 6.7)
FAVORIRE IL RIPOSIZIONAMENTO COMPETITIVO DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE, ATTRAVERSO LA VALORIZZAZIONE INTEGRATA DI RISORSE E COMPETENZE TERRITORIALI (RA 6.8)

AZIONI

6.1 Interventi per l'ottimizzazione della gestione dei rifiuti urbani
6.2 Interventi per la bonifica di aree inquinate
6.3 Interventi di miglioramento del servizio idrico integrato per usi civili e riduzione delle perdite di rete di acquedotto
6.4 Interventi per il mantenimento e miglioramento della qualità dei corpi idrici
6.5 Interventi per la tutela e la valorizzazione della biodiversità terrestre e marina
6.6 Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio naturale
6.7 Interventi per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale
6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche

Elenco Avvisi e Bandi

ultimo aggiornamento: mar, 07 marzo 2017 @ 10:03

Ammissione a finanziamento di interventi per il pretrattamento, stoccaggio e riutilizzo delle acque reflue depurate

La Regione Puglia è da tempo impegnata, tra l'altro, nell'attvazione di tutte le iniziative, sia regolamentari che infrastrutturali, finalizzate al perseguimento delle pratiche irrigue per il riuso in agricoltura delle acque reflue provenienti  dai depuratori civili e gestiti dal Soggetto Gestore del Servizio Idrico Integrato — Acquedotto Pugliese spa, attraverso l'attuazione delle misure del Piano di Tutela delle Acque (PTA), finalizzate a garantire il raggiungimento o mantenimento degli obiettivi di qualità per i corpi idrici e per la tutela qualita va e quantitativa degli stessi, nonché attraverso le azioni già intraprese con la scorsa programmazione comunitaria 2007/2013 di cui alla DGR n. 1774/2011 nell'ambito del PO FESR 2007/2013 — Azione 2.1.2 in attuazione dell'intervenuto Regolamento Regionale n. 8 del 18.4.2012 recante "Norme e misure per il riutilizzo delle acque reflue depurate

Fonti

D.G.R n.2083 del 21.12.2016

2017-06-20 18:13:00.0