top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

news 

#IlmarediPuglia Seconda giornata del Forum internazionale sulla blue economy, seconda sessione

Capone: "Il mare una grande risorsa da valorizzare con politiche integrate"

"La risorsa mare, oltre che come balneazione, deve essere intesa come comunicazione, storia e cultura, civiltà, natura e deve essere integrata con altri prodotti turistici". Così l'assessore regionale all'Industria turistica e culturale Loredana Capone ha aperto la sessione pomeridiana del Forum internazionale sulla Blue Economy, organizzato dalla sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia in collaborazione con Puglia Sviluppo e Arti Puglia e in corso di svolgimento nel padiglione istituzionale della Regione Puglia alla Fiera del Levante.
"Si tratta  - ha spiegato l'assessore Capone - di creare le opportune connessioni, per costruire l'immagine di un prodotto non più incentrato solo sul mare. L'offerta balneare della Puglia può diventare molto ricca, fortemente esperienziale e in grado di cogliere anche quella ricerca di benessere e di vacanza attiva che rappresenta una delle più forti tendenze nella domanda turistica attuale.  Il lavoro che occorre svolgere nei prossimi mesi sul prodotto turistico Mare in Puglia, si dovrà, quindi, sviluppare su due direttrici. Da un lato il miglioramento delle attività e dei servizi già in essere durante i mesi estivi. Dall'altro l'implementazione e l'aggregazione degli elementi turistici costieri con l'offerta integrata di altri prodotti turisticamente rilevanti come i borghi storici o eventi culturali e gastronomici di rilievo. Inoltre l'offerta di intrattenimento di qualità, che ormai caratterizza la destinazione Puglia durante i mesi estivi, andrebbe resa più appetibile tutto l'anno.
La nascita di DMO #MarePuglia365, in distretti pubblico privati, potrebbe accelerare i processi di valorizzazione e realizzazione del prodotto turistico mare e agganciarsi con più efficacia alle dinamiche di promozione dell'agenzia regionale del turismo. Solo così il mare di Puglia diventa competitivo rispetto agli altri Paesi mediterranei che con il turismo low cost sono diventati nostri competitor aggressivi".
"Un altro aspetto importante  - ha continuato Loredana Capone - riguarda i porti che sono il primo biglietto da visita della Puglia, strategici per invogliare il turista a conoscere le bellezze, la cultura, l'enogastronomia che possono incontrare addentrandosi nelle città e nelle aree interne.
L'accordo siglato con Pugliapromozione per una programmazione più strutturata dell'accoglienza che comprende tutti i porti pugliesi rappresenta un primo passo importante per lo sviluppo del mercato crocieristico in Puglia. Il passo successivo è rappresentato dalla integrazione dei diversi tipi di trasporto e ovviamente dalla corretta informazione e segnaletica multilingue. Hub multimodali ben integrati (aeroporti, terminal crociere, stazioni ecc) e strumenti come la biglietteria integrata, smart card e applicazioni di telefonia mobile, possono aiutare a gestire flussi di visitatori sempre maggiori. In tal modo si rafforza il ruolo del turista, incoraggiando anche il feedback per capire meglio sia i problemi che si incontrano che le azioni utili a migliorare la loro esperienza".

gio, 22 marzo 2018 @ 16:49

Eventi


Settimana di