Interventi per la competitività del sistema portuale e interportuale - POR Puglia 2014-2020

Azione 7.4

Interventi per la competitività del sistema portuale e interportuale

 

Attività da realizzare

Esempi di attività da realizzare prevedono il potenziamento e la rifunzionalizzazione delle dotazioni infrastrutturali portuali (con esclusivo riferimento ai porti minori ivi inclusi i porti non rilevanti per la rete centrale, quali Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli), retroportuali e interportuali. A tale proposito si rende necessario finanziare le attività di dragaggio dei fondali e costruzione di specifici sistemi di protezione tesi a mitigare le recidive situazioni di perdita di pescaggio dei porti, nonché ad accrescere la capacità dell'intero sistema portuale, a potenziare le infrastrutture di accesso ai porti, inclusi gli interventi a garanzia della connessione ai principali poli cittadini e ai parcheggi di scambio, soprattutto attraverso infrastrutturazioni dedicate alla mobilità sostenibile, in particolare ciclopedonale.

In coerenza con l'approccio programmatico multilivello, per aree logistiche integrate avvalorato da una governance coordinata tra i livelli nazionale e regionale interessati, per le finalità dell'integrazione finanziaria al contributo nazionale disponibile, concorreranno gli interventi di adeguamento ai migliori standard ambientali, energetici ed operativi sull'infrastruttura portuale di Taranto, verso i quali insiste un manifesto interesse regionale.

A completamento di ciò saranno favoriti gli interventi di ammodernamento e rifunzionalizzazione nel rispetto dei siti storici e dell'integrazione ambientale, di recupero della completa fruibilità delle banchine di ormeggio esistenti e interventi di riqualificazione delle dotazioni di servizi e attrezzature a supporto della fruibilità dei porti anche attraverso il recupero delle aree degradate retroportuali quale luogo di qualità urbana, sviluppo, aggregazione e incontro.

(azione da AdP 7.2.3 - Potenziare i collegamenti multimodali di porti e interporti con la rete globale (''ultimo miglio") favorendo una logica di unitarietà del sistema)".

Esempi di attività da realizzare, ricompresi nell'ambito della strategia dell'Area Logistica integrata, prevedono il potenziamento delle connessioni ai porti non rilevanti per la rete centrale, nonché il collegamento, ai principali poli logistici, del reticolo regionale del trasporto merci, attraverso la valorizzazione degli impianti terminalistici di Incoronata, Giovinazzo, Brindisi e Surbo.

 

Beneficiari

Autorità di sistema portuale, Regione Puglia, Enti locali, imprese di diritto pubblico/private titolari di diritto esclusivo nell'ambito della gestione dei servizi logistici e portuali, Consorzi ASI e SISRI.

 

Sezione responsabile

Trasporto pubblico locale e grandi progetti