Azione 8.5

Interventi di promozione dell'Apprendistato

 

Attività da realizzare

Nell'ambito dell'RA 8.1, e della suddetta Linea 8.5, si sono indicativamente selezionate la seguenti azioni, fra quelle indicate nell'Accordo di partenariato:

Azione: 8.1.3 Percorsi di formazione per i giovani assunti con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, preceduti e corredati da campagne informative e servizi a supporto delle imprese.

Azione: 8.1.4 Percorsi di apprendistato di alta formazione e ricerca e campagne informative per la promozione dello stesso tra i giovani, le istituzioni formative e le imprese e altre forme di alternanza fra alta formazione, lavoro e ricerca.

In tale contesto rientra il finanziamento di iniziative a favore della diffusione di apprendistato di primo, secondo e terzo livello.

L'apprendistato di primo livello si propone di offrire a coloro che sono usciti dai percorsi scolastici la possibilità di conseguire la qualifica professionale a seguito dell'assunzione con un contratto di tre anni. La Regione in tale ambito prevede di impegnarsi per favorire il ricorso all'uso lo strumento da parte delle imprese, prevedendo di fornire un'offerta di formazione pubblica adeguata alle esigenze dei destinatari (in un'ottica anche di contrasto alla dispersione scolastica) e delle imprese e, se del caso, un ulteriore sistema di incentivazioni.

Con riferimento all'apprendistato di secondo livello (o professionalizzante), invece, la formazione che s'intende finanziare è quella formale ed esterna all'azienda, prevedendo un'offerta pubblica adeguata e di qualità.

Infine, con riferimento all'apprendistato di terzo livello (o di alta formazione e di ricerca), la Regione intende sperimentare reti fra imprese, università e enti di ricerca, finalizzate a rendere il ricorso all'apprendistato sistematico e favorevole alle più generali dinamiche di crescita e innovazione del tessuto produttivo. Potranno essere sperimentati ad esempio i percorsi di dottorato in apprendistato, prevedendo incentivi sia per i ricercatori che per le imprese. Potrà essere potenziata, inoltre, l'offerta formativa delle Università e degli enti di ricerca, in un'ottica di transizione al lavoro, in favore delle assunzioni in apprendistato di III livello.

 

Beneficiari

Regione, imprese, organismi formativi, patronati, enti bilaterali, enti locali, enti pubblici ed enti privati.

 

Sezione responsabile

Formazione professionale