Azione 8.9

Interventi per l'adattabilità

 

Attività da realizzare

Nell'ambito dell'RA 8.6, e della suddetta Linea 8.9, si è indicativamente selezionata la seguente azione, fra quelle indicate nell'Accordo di partenariato:

Azione: 8.6.1 Azioni integrate di politiche attive e passive, tra cui azioni di riqualificazione e di outplacement dei lavoratori coinvolti in situazioni di crisi collegate a piani di riconversione e ristrutturazione aziendale

Esempi di attività che la Regione Puglia, nell'intento di sostenere e orientare le iniziative a favore dei lavoratori per aggiornarne e accrescerne le competenze e contestualmente favorire la competitività delle imprese, intende realizzare sono:

  • piani formativi aziendali e/o pluriaziendali;
  • piani formativi settoriali concernenti ambiti/materie di interesse comune rispondenti ad esigenze di più imprese ubicate sul territorio regionale e appartenenti ad uno stesso settore produttivo;
  • piani formativi territoriali ovvero riferiti ad una specifica area del territorio e/o aree distrettuali, sistemi locali del lavoro, ecc;
  • piani formativi finalizzati all'occupazione.

Per "piano formativo" si intende un programma organico di azioni formative concordato tra le parti sociali interessate, rispondente alle esigenze di una o più aziende o di un settore produttivo.

Potranno, quindi, essere finanziate attività di formazione, anche in e-learning, finalizzate a favorire i processi di adattabilità, in risposta a fabbisogni specifici delle imprese, con particolare attenzione alle esigenze di quelle che investono nella Regione, anche beneficiando di Misure FESR, per rafforzarne l'impatto sul territorio. L'utilizzo delle piattaforme e-learning, così come anche la previsione di altre misure e procedure tese a semplificare il processo di incontro fra domanda e offerta formativa (ad esempio con l'istituzione di cataloghi di offerta formativa collegati a domande specifiche delle imprese) saranno funzionali a rendere il processo di pianificazione e erogazione della formazione più efficace.

Oltre alle attività di formazione si potranno sostenere azioni di flexicurity, tirocini formativi di inserimento /re-inserimento lavorativo, incentivi all'assunzione.

In sinergia con le azioni previste in ambito FESR Asse IV "Energia sostenibile e qualità della vita" e all'Asse VI "Tutela dell'ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali", la Regione intende promuovere, inoltre, per il target di riferimento percorsi formativi volti ad accrescere le competenze e le abilità in settori inerenti la green economy o la blue economy. Possibili percorsi potrebbero riguardare le seguenti figure: Tecnico della raccolta e smaltimento dei rifiuti, Tecnico esperto trattamento riciclaggio prodotti industriali tossici, Tecnico valutazione ambientale, Ecoauditor, esperti in Ecoturismo, esperto in marketing di prodotti di qualità e/o di turismo verde all'interno di Rete Natura 2000, Tecnico per la conservazione di habitat e specie in Rete Natura 2000, Tecnico per il monitoraggio ambientale e della biodiversità.

 

Gruppi target a cui le azioni sono orientate

Soggetti occupati e non occupati fruitori di ammortizzatori sociali in deroga, enti di formazione.

 

Destinatari 

Soggetti privati, imprese e organismi formativi. 

 

Beneficiari

Regione, Imprese, Organismi formativi, Patronati, Enti bilaterali, enti locali, enti pubblici ed enti privati.

 

Sezione responsabile

Formazione professionale