Interventi per la tutela e valorizzazione della biodiversità terrestre e marina

Quando partecipare

dal 19/01/2017 al 20/03/2017
Opportunità scaduta

L’Avviso Pubblico “Interventi per la tutela e valorizzazione della biodiversità terrestre e marina” ha l’obiettivo di contribuire ad arrestare la perdita di biodiversità terrestre e marina, mantenendo e ripristinando i servizi eco sistemici.

Chi può partecipare

- Enti gestori delle Aree Naturali Protette;
- Enti e Amministrazioni pubbliche in forma singola o associata
 

Cosa finanzia

Contributo massimo per progetto
300.000 €
Risorse totali disponibili
9.000.000 €

Come partecipare

Invia la domanda di candidatura, da compilare secondo il format riportato nell'Allegato B dell’Avviso, sottoscritta dal Soggetto proponente, allegando la documentazione richiesta all’indirizzo porpuglia.paesaggio@pec.rupar.puglia.it

Occorre presentare la seguente documentazione:

- proposta progettuale sviluppata secondo la scheda di cui all’Allegato A dell’Avviso, contenente la seguente documentazione:
a)    relazione tecnico − illustrativa;
b)    elaborati progettuali;
c)    attestazioni di conformità e di disponibilità delle aree interessate dall'intervento;
d)    eventuali pareri e autorizzazioni già acquisiti;
e)    cronoprogramma.

- dichiarazione redatta secondo il format riportato nell'allegato B del presente Avviso contenente:
a)    il rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale in materia di ambiente, sicurezza e appalti pubblici;
b)    di non avere ottenuto altre agevolazioni comunitarie, statali, regionali per le stesse azioni contenute nella proposta progettuale presentata;
c)    che l’intervento proposto non si configura come progetto generatore di entrate;
d)    impegno a garantire la gestione e la manutenzione degli interventi realizzati per almeno cinque anni.

Nel corso della procedura dovrai allegare anche: stipula e presentazione di un protocollo di intesa sottoscritto dai Legali rappresentanti dei soggetti interessati con esplicitazione dei poteri dati al Legale rappresentante della forma associativa, specificatamente finalizzato alla candidatura in oggetto ed intitolato “Protocollo di intesa del raggruppamento di soggetti ai fini della candidatura di cui all’avviso pubblico" avente ad oggetto (al minimo):
-    definizione dell’obiettivo generale perseguito dal raggruppamento mediante la presente candidatura;
-    identificazione dei soggetti aderenti al raggruppamento e degli interventi proposti;
-    definizione delle modalità di attuazione degli interventi candidati da attivare in caso di finanziamento (unica stazione appaltante o più stazioni appaltanti).

Opportunità scaduta

Le Oasi WWF rientrano tra le aree naturali protette per le quali è stato pubblicato l'"Avviso pubblico per la selezione di progetti per la realizzazione di interventi per la tutela e valorizzazione della biodiversità terrestre e marina"?

Le aree naturali protette di cui all'avviso pubblico adottato con Determinazione Dirigenziale n. 493 del 20 dicembre 2016, pubblicata sul BURP n. 9 del 19.01.2017, sono quelle istituite ai sensi della Legge 6 dicembre 1991 n. 394 "Legge quadro sulle aree protette" e classificate all'art. 2 della stessa, nonchè dalla L.R. 24 luglio 1997 n.19 "Norme per l'istituzione e per la gestione delle aree naturali protette nella regione Puglia". I beneficiari del bando sono quindi gli enti gestori di tali aree. Le aree occupate dalle OASI, laddove ricomprese in aree naturali protette, come sopra definite, o qualora ricadano in aree Rete Natura 2000 (SIC, ZSC, ZPS) o della rete Ecologica Regionale, possono essere oggetto di intervento.