Selezione di interventi finalizzati alla costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia (Smart Grids) su infrastrutture elettriche per la distribuzione interamente soggette ad una regolazione in materia tariffaria e di accesso

Quando partecipare

dal 28/02/2020 al 25/06/2020
Opportunità scaduta

Attraverso l'Avviso pubblico per la selezione di interventi finalizzati alla costruzione, adeguamento, efficientamento e potenziamento di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia (Smart Grids) su infrastrutture elettriche per la distribuzione interamente soggette ad una regolazione in materia tariffaria e di accesso, la Regione Puglia promuove l’incremento della quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita, sviluppando e realizzando sistemi di distribuzione intelligenti (4.3.1 dell’Accordo di Partenariato 2014/2020) per mezzo del potenziamento della rete di distribuzione dell’energia elettrica, con specifico riferimento alla necessità di rispondere ai bisogni derivanti dall’incremento dell’energia prodotta da fonti rinnovabili.

L'Avviso pubblico finanzia interventi dei concessionari del pubblico servizio di distribuzione dell’energia elettrica localizzati nel territorio della regione Puglia, nell'ottica di incrementare la quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita da fonti rinnovabili, aumentare la qualità del servizio in termini di riduzione del numero e della durata delle interruzioni, nonché razionalizzare la crescita delle fonti diffuse di energie rinnovabili.

L’iniziativa contribuisce al conseguimento dell’indicatore di output “CO33 - Efficienza energetica: numero di utenti energetici aggiuntivi dotati di allacciamento alle reti intelligenti”, tra le priorità di investimento del POR Puglia 2014-2020.

 

Chi può partecipare

Concessionari del pubblico servizio di distribuzione dell’energia elettrica ubicati in Puglia nell'area interessata dalle proposta progettuali

 

Cosa finanzia

Gli interventi proposti devono:

  • riguardare infrastrutture elettriche per la distribuzione interamente soggette a una regolazione in materia tariffaria e di accesso, conformemente a quanto previsto dalla legislazione comunitaria sul mercato interno dell'energia;
  • insistere in aree caratterizzate dalla disponibilità di fonti energetiche rinnovabili (FER), sfruttabili grazie al potenziamento della rete di distribuzione dell'energia;
  • essere dotati di una propria autonomia tecnica in grado di consentire, in modo autosufficiente rispetto agli altri interventi, un incremento diretto alla quota di fabbisogno energetico coperto da generazione distribuita;
  • essere atti ad incidere sulla rete incrementando l'hosting capacity (capacità di accettazione di potenza da Generazione Distribuita da parte della rete).

Le risorse attribuibili non possono essere inferiori a 250.000.000 euro per Soggetto proponente e per singola proposta progettuale.

Le agevolazioni sono concesse nella forma della sovvenzione diretta, nei limiti dell’intensità massima stabilita dall’art. 48 del Regolamento GBER, fino al 100% dei costi di investimento ammissibili.

L’importo dell’aiuto non può superare la differenza tra i costi ammessi ed il risultato operativo dell’investimento. Il risultato operativo, del quale il Soggetto proponente deve fornire gli elementi di calcolo nella proposta progettuale, viene dedotto dai costi ammissibili ex ante ovvero, qualora il risultato operativo subisca successive modifiche o non sia determinabile ex ante, mediante un meccanismo di recupero.
 

Contributo massimo per progetto
Fino al 100% dei costi di investimento ammissibili
Risorse totali disponibili
25.000.000 €

Come partecipare

Le domande di agevolazione possono essere inviate solo tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all'inidirizzo bando4.3@pec.rupar.puglia.it, sul modello presente nell'Alleggato A all'Avviso pubblico.

Potranno essere prese in considerazione solo le proposte progettuali per le quali il Soggetto proponente presenti domanda di agevolazione prima della data di avvio dei lavori relativi al progetto.

Opportunità scaduta

Con la presente sono a richiedere una precisazione sul bando in oggetto indicato.Poiché nel medesimo bando, allorquando vengono indicati i soggetti che possono partecipare allo stesso, viene utilizzato il solo termine “soggetti” in generale, senza specificarne la tipologia. Chiedo, quindi, di meglio esplicitare meglio le categorie di soggetti che possono partecipare e, soprattutto, se vi sono delle esclusioni particolari per società come AMET SPA che è interamente partecipata dal Comune di Trani.

In riferimento all'oggetto e al quesito posto da codesta Società, si precisa quanto segue.
L'articolo 4.1 "Soggetti ammessi alla presentazione della domanda di agevolazione" dell'avviso approvato con DD n. 226 del 20.11.2019 prevede che: 
"Possono presentare domande di agevolazione i Soggetti che, nell’area (ubicata nel territorio della regione Puglia) interessata dalle proposta progettuali, siano concessionari del pubblico servizio di distribuzione dell’energia elettrica."
La definizione dei soggetti titolati alla presentazione dell’istanza, contenuta nel bando, è tutt’altro che generale, spingendosi, al contrario, ad individuare la categoria dei concessionari del pubblico servizio di distribuzione di energia elettrica.
Ciò che rileva ai fini della ammissibilità alla presentazione della domanda di agevolazione, oltre alle restanti previsioni dell'art. 4.1, è pertanto lo "status" di Concessionario.

Condividi linkedin whatsapp
Condividi linkedin whatsapp

Per maggiori informazioni

Consulta il Burp Consulta il BURP

Sezione Formazione Professionale Sezione Infrastrutture Energetiche e Digitali

Responsabile di procedimento

Carmela Iadaresta

Sezione Formazione Professionale 0805405627

Sezione Formazione Professionale c.iadaresta@regione.puglia.it

Responsabile di azione

Carmela Iadaresta

Sezione Formazione Professionale 0805405627

Sezione Formazione Professionale c.iadaresta@regione.puglia.it

Eventuali chiarimenti e specificazioni potranno essere richiesti direttamente alla Sezione inviando una mail all’indirizzo PEC bando4.3@pec.rupar.puglia.it. Le risposte verranno rese note attraverso la pubblicazione sul portale sezione FAQ - Domande frequenti di questa pagina.