Azione 4.1

Interventi per l'efficientamento energetico degli edifici pubblici

 

Attività da realizzare

Esempi di attività da realizzare per il conseguimento dell'obiettivo specifico includono progetti di investimento promossi dalla Regione Puglia e dalle amministrazioni pubbliche su edifici e strutture pubbliche, volti a incrementare il livello di efficienza energetica. In accordo con gli orientamenti nazionali, gli interventi potranno combinare la ristrutturazione degli edifici, sia con riferimento all'involucro esterno sia rispetto alle dotazioni impiantistiche, con sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi. 
Per garantire ulteriori effetti positivi in termini di riduzione delle emissioni inquinanti, può essere prevista l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinata all'autoconsumo (azione da AdP 4.1.1). 

L'ammissione a finanziamento degli interventi e la successiva liquidazione delle spese, presuppone la realizzazione di un audit energetico, coerente con le disposizioni normative regionali in materia, che evidenzi l'effettiva riduzione dei consumi conseguita.

Inoltre, sulla base di una valutazione costi-benefici degli interventi necessari per migliorare l'efficienza energetica, si darà priorità alle tipologie di edifici a maggiore consumo e con maggiore potenziale di risparmio energetico in rapporto all'investimento necessario, per massimizzare il risparmio energetico complessivo. Per tali interventi, la Regione intende, se opportuno, utilizzare strumenti finanziari che attivino capitali privati e garantiscano una maggiore leva finanziaria.

Per gli interventi sull'edilizia residenziale pubblica, la Regione intende utilizzare lo strumento della sovvenzione, garantendo che i benefici economici dell'intervento, in termini di riduzione dei costi della bolletta energetica dei singoli alloggi, siano destinati, a copertura anche parziale, dei costi di investimento.

Il supporto fornito sarà subordinato agli audit energetici e alla verifica dei risultati raggiunti

L'indicatore di realizzazione prescelto per tale OS "Edifici pubblici con classificazione del consumo energetico migliorata", mutuato dal corrispondente indicatore da Reg. FESR relativo alle unità abitative, non adeguato al contesto regionale in quanto l'edilizia abitativa privata non sarà oggetto d'intervento nel POR Puglia, assicura la verifica ex-post dei risultati conseguiti al termine degli interventi.

 

Beneficiari 

Regione Puglia, Amministrazioni Pubbliche, Agenzie regionali per la Casa e l'Abitare (ARCA) ex IACP.

 

Sezione responsabile

Infrastrutture energetiche e digitali