Inclusione sociale per le persone in esecuzione penale

Quando partecipare

dal 06/03/2017 al 07/04/2017
Opportunità scaduta

Per supportare il reinserimento sociale delle persone in esecuzione penale, la Regione Puglia e il Ministero della Giustizia, in linea con la legge delega “Svuota carceri”, hanno sottoscritto un
protocollo d’intesa.

Attraverso l’iniziativa si intende finanziare:
Linea 1 - proposte progettuali per la realizzazione di corsi finalizzati al rilascio delle qualifiche professionali riferite alle Figure inserite nel - Repertorio Regionale delle Figure Professionali della
Regione Puglia (RRFP);
Linea 2 - percorsi di inclusione sociale individualizzati, gestiti da professionisti multidisciplinari (psicologi, assistenti sociali, educatori professionali, mediatori interculturali, ecc.).

Ogni programma deve essere approvato dalla Magistratura.

Chi può partecipare

  • Enti di formazione professionale
  • Cooperative sociali e loro consorzi iscritte all’Albo della Regione Puglia
  • Organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte ai relativi Registri regionali
  • Organismi di formazione accreditati dalla Regione Puglia
  • Fondazioni non bancarie che operano nei settori socio-assistenziali e iscritte al Registro regionale delle persone giuridiche
  • Enti religiosi/ecclesiastici e altre associazioni provate senza scopo di lucro
  • Associazioni datoriali

Cosa finanzia

Progetti per la realizzazione di corsi per il rilascio di qualifiche professionali presenti nel Registro Regionale delle Figure Professionali (RRFP)

Contributo massimo per progetto
135.000 €
Risorse totali disponibili
8.734.500 €

Come partecipare

La domanda di partecipazione, con gli allegati indicati nell'Avviso Pubblico, può essere inviata solo via PEC (Posta Elettronica Certificata) all'indirizzo avviso1_2017detenuti@pec.rupar.puglia.it.

Opportunità scaduta

L'all. A - Piano finanziario pubblicato in data 06/4/2017 con Atto Dirigenziale nr.488 va inserito tra gli allegati? il bando non prevede l'invio di tale allegato? Qualora dovesse essere inviato si può trasmettere come ulteriore documentazione di supporto?

Sì, il Piano finanziario pubblicato in data 06/4/2017 con Atto Dirigenziale n.488 va inserito tra gli allegati.

Vorrei sapere se è possibile, per quanto attiene il Bando in oggetto, stipulare convenzioni con enti che non siano partner della RTS/RTI e se sì, se questa deve avvenire già in sede di progettazione con la conseguente esibizione del relativo documento. Vorrei, inoltre, sapere se sarà, in caso di finanziamento, possibile sostituire le risorse che dovessero venir meno in corso d'opera e se, in caso positivo, sia necessario fin da ora depositare i curriculum vitae degli eventuali sostituti.

Non si comprende cosa si intende per convenzione e per esibizione del relativo documento. 

Per quanto attiene le eventuali sostituzioni di risorse umane si fa presente che le stesse saranno contemplate nell'Atto Unilaterale d'Obbligo che sarà redatto dopo la pubblicazione della graduatoria; pertanto, in fase di candidatura, non devono essere presentati i curriculum vitae degli eventuali sostituti.

Al punto 12 dell'allegato Linea 1 - 4 si parla di "relazione presentata nell'ambito del progetto formativo.... Si richiede che oltre il protocollo con divisione dei ruoli e finanziaria, oltre il formulario, è necessario che ogni partner produca una relazione? e nello specifico cosa deve contenere la relazione?

Per relazione si intende la descrizione contenuta nel cv del partner da cui si evinca l'esperienza maturata richiesta dall'avviso.

Vorrei sapere se è obbligatorio candidarsi ad entrambe le Linee (Linea 1 e 2) o un ente di formazione può candidarsi solo su una linea? Nella linea 2 non mi è chiaro il passaggio: A pena di esclusione gli interventi dovranno essere svolti in una sola provincia e i candidati dovranno indicare in ordine di preferenza tre provincia? Che significa? I candidati intesi come enti che si candidano? Nella linea 2 bisogna sviluppare sia sia l'azione numero 9.4 e 10.5 sommando quindi il budget?

L'avviso non contempla l' obbligatorietà della candidatura ad entrambe le Linee. 

Sì per candidati si intende il soggetto proponente. 
Nella linea 2 gli interventi dovranno essere svolti in una sola provincia e i candidati dovranno indicare in ordine di preferenza tre province. L'ordine di preferenza delle 3 province in cui realizzare le azioni previste va inserito al punto 3. Qualità e coerenza progettuale del formulario nel box seguente: 
Contenuti dell’intervento e coerenza con le finalità e gli obiettivi generali e specifici previsti dall’avviso. 

Nella linea 2 bisogna sviluppare sia l'azione 9.4 sia l'azione 10.5. Il relativo Piano finanziario sarà dato dalla sommatoria delle voci di costo di entrambe le azioni.

in merito alla rete di partner del progetto abbiamo come partner un ente pubblico che ha in attivo ed è interessato all'inclusione lavorativa degli utenti come da progetto domanda: l'ente pubblico può far parte dell'rti oppure dobbiamo stilare un accordo di collaborazione diverso?

Possono far parte dell'RTI/RTS i soggetti di cui al punto D "Soggetti attuatori- beneficiari" della LINEA 2 dell'avviso ed in possesso dei requisiti prescritti dallo stesso.

In merito al piano finanziario dell'avviso come dobbiamo procedere??? non essendoci una format apposito linea 1 e 2

Il Piano finanziario, seppur non contenuto nell'avviso, è stato oggetto di integrazione dello stesso, con D.D.n.488 del 6/04/2017 pubblicata sul BURP n. 47 del 20/04/2017. La citata determinazione rende esplicito il motivo del mancato inserimento Piano Finanziario: 
"In attesa dell’approvazione del nuovo modello di Piano finanziario da utilizzare per la programmazione 2014-2020, per l’analisi dei costi del presente avviso viene adottato il format relativo alla programmazione 2007-2013, per farne parte integrante e sostanziale (Allegato A)."

Al punto C dell'Avviso 1/2017 è previsto che per tutti i percorsi è obbligatoria la previsione di una UF della durata di 10 ore su "Sicurezza sui luoghi di lavoro". La durata dell'UF è perentoria o può essere incrementata, anche in vista del conseguimento di certificazioni sulla sicurezza da far conseguire ai detenuti?

Può essere incrementata per il conseguimento di certificazioni sulla sicurezza se non graverà sul progetto ma sarà a totale carico dell'ente proponente.

Anche le attività di orientamento come le attività di accompagnamento e sostegno devono prevedersi nelle 240/900 ore formative previsto dall'avviso?

Le ore di orientamento/accompagnamento non sono da intendersi come modulo formativo a se stante che va a “comporre” le ore di formazione previste per la qualifica (240 oppure 900), bensì come attività di supporto in compresenza nell’ambito delle Unità formative dedicate all’acquisizione delle competenze previste dal Repertorio.

Vorrei sapere se è necessario allegare i cv delle persone già inserite in sede di domanda di accreditamento.

Sì, è necessario.

A pagina 31 dell'Avviso Pubblico "Inclusione sociale per le persone in esecuzione penale" - BURP n.35 del 20-03-2017, nell'ambito della valutazione delle proposte, al paragrafo "Qualità e coerenza progettuale", al terzo capoverso "Esperienza del soggetto proponente in attività documentate...", per soggetto proponente si intende l'Ente di formazione professionale ovvero il soggetto del Terzo Settore?

Per entrambe le linee di intervento il requisito è riferito all’intera compagine.

Alla pagina 26 dell'avviso pubblico "Inclusione sociale per le persone in esecuzione penale" - BURP n.35 del 20-3-2017, alla lettera "J", il requisito di "esperienza documentata almeno triennale nell'area del disagio psicologico..." deve essere posseduto da tutti i soggetti facenti parte del RTI ovvero dal solo Organismo del Terzo Settore?

Deve essere posseduto da tutti i componenti dell'RTS/RTI.

In relazione all'all. A - Piano finanziario pubblicato in data 06/4/2017 con Atto Dirigenziale nr.488 quali sono le voci di costo da considerarsi "non pertinenti" - (esempio "indagine preliminare di mercato" - considerato che nella fattispecie l'Avviso indica già le figure professionali da qualificare)?

Tutte le voci strettamente inerenti il progetto.

In merito alla spedizione via PEC dell'intera documentazione richiesta per la partecipazione all'Avviso è possibile effettuare invii multipli in caso di file di grandi dimensioni eccedenti i limiti di capienza della posta elettronica certificata? E quale specifico formato digitale devono possedere i file? E' possibile comprimere i file in formato zip o rar? I file firmati digitalmente si intendono in formato p7m?

Sì è possibile inviare l’intera documentazione suddivisa in più pec specificando nell’oggetto la denominazione del soggetto proponente, la linea di intervento e il numero della pec sul totale della stessa (es. Ente XXX- Linea 1- pec 1 di 5). E’ possibile comprimere i file in formato zip o rar; oppure comprimere i file pdf con gli appositi programmi. I file firmati digitalmente si intendono in formato p7m.

Con riferimento alla Linea 2 in quale allegato o parte di formulario si esprime l'ordine la scelta della provincia e si indica l'ordine di preferenza tra almeno 3 province in cui realizzare le azioni previste?

Va inserito al punto 3. Qualità e coerenza progettuale del formulario nel box seguente: 
Contenuti dell’intervento e coerenza con le finalità e gli obiettivi generali e specifici previsti dall’avviso. 

Gent.mi, per la linea 2 viene scritto che "a pena di esclusione le attività e gli interventi previsti dovranno svolgersi nel territorio di una sola provincia e i candidati dovranno indicare in ordine di preferenza almeno tre province" e inoltre che "l'RTS deve avere la disponibilità di almeno una sede operativa ricadente in ognuna delle province per le quali si candida la proposta progettuale". Ciò vuol dire che bisogna presentare un progetto ad esempio a valere sulle Province di Bari, Taranto e Lecce e che preveda il coinvolgimento in RTS di aziende e associazioni operanti su tutte e 3 le province su menzionate?

No, non si tratta di un obbligo ma di una scelta del soggetto attuatore. A tal proposito si precisa che nell’RTS possono tassativamente partecipare solo i soggetti di cui al paragrafo D “Soggetti attuatori “ della LINEA 2.

Gentilmente, vorremmo sapere, se in merito al bando in questione, esista un limite massimo di caratteri nella compilazione dei paragrafi del formulario.

No, non è fissato il limite massimo di caratteri nella compilazione dei paragrafi del formulario, tuttavia, è auspicabile una descrizione sintetica al fine di rendere meno pesante l’invio mediante pec.

Per l'attività di accompagnamento e sostegno devono prevedersi delle ore aggiuntive alle 900 ore previsto dall'avviso?

Le attività di “Accompagnamento” svolte in aggiunta alle ore di formazione, sono da intendersi come ore di compresenza nell’ambito delle attività formative, quindi saranno svolte all’interno delle 240/900 ore previste per l’ottenimento della qualifica professionale. 

Tali attività saranno orientate alla tenuta motivazionale mediante la previsione della compresenza sia di personale specializzato in ambito psico-pedagogico in grado di favorire il processo di accompagnamento nel percorso formativo sia di personale specializzato con funzione di “tutor”, in grado di realizzare interventi di gestione del gruppo e di risoluzione di criticità relazionali a supporto delle attività formative.

Tale attività verrà svolta da figure esperte nel tutoraggio di persone svantaggiate con specifiche competenze in materia, attestate dal curriculum professionale.

Per quanto riguarda la formazione delle figure appartenenti al gruppo/livello 2, è indicato che le h totali devono essere 900: questo totale mette insieme le 300 h di formazione teorica + le 600 h di formazione pratica, giusto? In tal caso, all’Ente che si occuperebbe di fare formazione teorica verrebbe riconosciuto solo l’importo relativo alla formazione fatta o l’intero importo dei 15 euro per h/allievo (comprensivi ovviamente dell’indennità dell’allievo)?

L’importo massimo finanziabile è quello riportato nell’avviso e nel correlato formulario (Assistente familiare 240 ore - costo complessivo € 36.000,00 ) (Altri corsi 900 ore - costo complessivo € 135.000,00). 

Le 15 euro ora/allievo costituiscono il parametro per la determinazione del costo complessivo del progetto, comprensivo ovviamente dell’indennità di € 5 per allievo.

Il requisito per cui bisogna possedere un codice ATECO coerente con le finalità e le attività dell’Avviso: si fa riferimento al codice principale dell’azienda oppure questo può essere un codice secondario?

I soggetti attuatori devono operare in un settore coerente come riportato nell’avviso.

La linea 2 non esclude l’apporto specialistico. È quindi ammissibile? In che misura?

L’apporto specialistico è ammissibile previa richiesta di autorizzazione - ai sensi della Circolare n.2/2009.

Le quattro azioni devono riferirsi al medesimo gruppo di destinatari oppure possono essere gruppi diversi, ed infine i destinatari devono essere tutti detenuti oppure ammessi ad una pena alternativa?. Mi spiego meglio, il gruppo scelto ad esempio detenuti in via definitiva devono seguire l'azione 1-2-3-4? oppure possono partecipare il gruppo a e il gruppo b a tutte e 4 le azioni?

Le quattro azioni hanno quali destinatari detenuti in procinto di essere (o che siano già) ammessi a una misura alternativa alla detenzione o a una misura di sicurezza personale non detentiva o alla messa alla prova da eseguire sul territorio regionale.

Vorrei sapere se il numero dei destinatari della linea 2 è di 300, oppure quello è considerato come limite di tutti i progetti successivamente approvati; ed inoltre se c'è un numero minimo di destinatari

Il numero dei destinatari per la linea 2 è complessivamente di 300 persone.

Dovendo rilasciare un attestato di qualifica professionale di livello 3 EQF per un corso di formazione di ore 900, poiché l’Avviso a pag. 15 riporta “se dovesse rendersi necessario sostituire persone impossibilitate a portare a termine il percorso … si attingerà all’elenco mensilmente aggiornato dal soggetto attuatore”, dovrà essere comunque rispettato il criterio secondo il quale l’accesso agli esami di qualifica è consentito solo a coloro che hanno frequentato almeno il 70% del monte ore totale?

Resta fermo il criterio secondo il quale l’accesso agli esami di qualifica è consentito solo a coloro che frequenteranno almeno il 70% del monte ore totale; pertanto, l’attestato di qualifica professionale sarà rilasciato solo a coloro che porteranno a termine il percorso.

Relativamente al paragrafo F. Procedure e criteri di valutazione (pag. 31 dell’Avviso), al quarto capoverso si riporta quanto segue: “appartenenza all’RTS/RTI di almeno … (max 50 punti per ciascun RTS/RTI)”. Tenendo presente che ogni Organismo Formativo può presentare una sola proposta progettuale (pag. 15 dell’Avviso) e quindi sottoscrivere un unico RTS/RTI, qual è il senso della frase “max 50 punti per ciascun RTS/RTI”?

Il punteggio (50 punti per ciascun RTS/RTI) viene attribuito all’ RTS/RTI considerato come singolo soggetto, indipendentemente da quanti componenti al suo interno siano in possesso di esperienza diretta minimo annuale con persone in esecuzione penale.

Il soggetto proponente può essere costituito da più Enti di formazione in partenariato con il terzo settore?

Il soggetto promotore/attuatore per la LINEA 1 è esclusivamente l’organismo di formazione professionale accreditato, in partenariato (pena l’esclusione) con almeno un organismo del Terzo Settore. Pertanto, fermo restando che il responsabile nei confronti della Regione è il legale rappresentante dell’ente di formazione proponente, è possibile che un altro ente di formazione partecipi solo in qualità di “partner” al partenariato.

Si richiama, altresì, il punto D della Linea 1 “L’organismo del Terzo Settore, a pena di esclusione, potrà far parte di un solo partenariato. Ciascun organismo di formazione professionale, a pena di esclusione, potrà presentare una sola proposta progettuale”.

Il partenariato costituito per la Linea 1 (ATS) deve essere lo stesso che propone la Linea 2?

Il partenariato costituito per la Linea 1 (che non è un ATS) non deve essere necessariamente lo stesso che propone la Linea 1.

Un soggetto attuatore può presentare un’istanza di candidatura relativa a una sola delle Linee previste dal bando (solo Linea 1 o solo Linea 2) ovvero vanno presentate entrambe?

Un soggetto attuatore può presentare istanza di candidatura per entrambe le Linee previste dal bando ( Linea 1 e Linea 2)

Punto F) PROCEDURA E CRITERI DI VALUTAZIONE (pag.15089) Qual è la documentazione da produrre per attestare l’esperienza del soggetto proponente in attività documentate relative ad inserimenti lavorativi di persone dell’area penale quale follow-up di percorsi attivati e finanziati dalla Regione Puglia ?

Per entrambe le linee 1) e 2):

A supporto dell’esperienza del soggetto proponente in attività relative ad inserimenti lavorativi di persone dell’area penale quale follow-up di percorsi attivati e finanziati dalla Regione Puglia, dovrà essere prodotta la documentazione attestante l’avvio di attività di lavoro autonomo o di impresa o copia di contratti di lavoro subordinato o autonomo, ecc. 

Nella compagine del RTS/RTI (Linea 2)devono essere presenti tutte le tipologie dei soggetti elencati? quindi minimo 6 soggetti, uno per tipologia?

Punto D) Soggetti attuatori-beneficiari (pag. 15083): nella compagine del RTS/RTI devono essere presenti alcune tra le tipologie dei soggetti elencati. I soggetti facenti parte del RTS/RTI (a prescindere dal numero) dovranno rientrare in una delle tipologie dei soggetti menzionati nell’avviso.

Un organismo del terzo settore può presentare due distinti progetti, a valere sulla linea 2, in RTS con due distinti organismi di formazione? Un ente di formazione può presentare due distinte proposte progettuali -1 da solo a valere sulla linea 1 e l'altra in RTS con un organismo del terzo settore?

Un organismo del terzo settore può presentare un solo progetto, a valere sulla linea 2.

Un ente di formazione può presentare solo una proposta progettuale a valere sulla linea 1.

Nulla vieta, tuttavia, la possibilità attribuita allo stesso soggetto di candidare due proposte progettuali (una per la linea 1 e una per la linea 2). 

Relativamente alla LINEA 2 si chiede: se il numero di destinatari/beneficiari è pari a 10 e se tali destinatari sono riferiti ad un unico istituto penitenziario se nella sintesi 2.3 deve essere riportato il totale di 585+486 ore con le ore ripartite per ciascuna attività indicata secondo le opzioni e le strategie del progetto

a - I destinatari da impegnare nelle attività progettuali sono al massimo 10 come specificato nell'allegato formulario e non fanno riferimento ad un unico istituto penitenziario, bensì, ai sensi del paragrafo C. Destinatari saranno scelti "tra una rosa di candidati almeno doppia per le quali l'équipe degli istituti penitenziari (per i detenuti) e degli uffici di esecuzione penale esterna (per i soggetti liberi o già in esecuzione di sanzioni di comunità o di misure di sicurezza) – tramite mandato istituzionale - devono proporre alla magistratura (ordinaria o di sorveglianza) un programma di trattamento da svolgere sul territorio pugliese”.

b- Nel box 2.3 SINTESI ARTICOLAZIONE DEGLI INTERVENTI dovrà essere riportato il totale delle ore da realizzare ripartite per le azioni 9.4 (486 ore) e 10.5 (585 ore).

Tra i vari Allegati dell’Avviso non vi è il Piano finanziario, questo vuol dire che non è necessario presentarlo? È sufficiente la compilazione del box 5 “Coerenza del piano finanziario”?

Per quanto riguarda il piano finanziario dell’Avviso 1/2017 si farà riferimento a quello utilizzato nella programmazione 2007-2013, in quanto è in fase di adozione, da parte dell’Autorità di Gestione, il piano relativo alla programmazione 2014-2020.