Creazione di hub di innovazione sociale

In attuazione della Delibera di Giunta Regionale n. 2426 del 19/12/2019, la Regione Puglia ha dato avvio all’iter di acquisizione e selezione di proposte progettuali, ad esito di apposita procedura negoziale tramite specifica richiesta di comunicazione per la ricognizione di proposte progettuali ai potenziali beneficiari individuati dalla stessa Delibera di Giunta Regionale.

La Regione Puglia intende, infatti, selezionare proposte progettuali integrate - Hub di innovazione sociale - che, attraverso un percorso di condivisione degli obiettivi da raggiungere nel rispetto delle caratteristiche dei diversi territori e quindi delle relative specifiche vocazioni, favoriscano, da un lato soluzioni esemplari dal punto di vista del potenziamento delle infrastrutture e delle attrezzature volano per l’innovazione sociale dei territori, dall’altro il miglioramento delle condizioni di accessibilità ai servizi innovativi, da parte di cittadini ed attività economiche a contenuto sociale.

La procedura, attraverso l’utilizzo di fonti di finanziamento sia FESR (sub-Azione 3.2.b) che FSE (sub-Azione 9.3.a) del Programma Operativo Regionale, contribuisce al perseguimento degli obiettivi definiti dal Programma PugliaSocialeIn (approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 2274 del 21/12/2017), finalizzato alla promozione dell’innovazione sociale e allo sviluppo dell’economia sociale, che mira a connettere sinergicamente tutte le azioni che l’Amministrazione regionale intende porre in essere per promuovere un contesto favorevole allo sviluppo di un’economia sociale, ricercando e attivando soluzioni innovative e dando risposte nuove alle “domande sociali” delle persone, delle organizzazioni e delle comunità locali.  

Comuni Capoluogo di Provincia pugliesi potranno inviare istanza di finanziamento relativa a ciascuna proposta progettuale, completa di allegati, esclusivamente tramite PEC (posta elettronica certificata) all'indirizzo inclusione.innovazione@pec.rupar.puglia.it, dal 25/07/2020 (giorno successivo alla ricezione della Comunicazione) al 21/11/2020 (ovvero entro 120 giorni dall'invio della stessa).

Dopo la verifica di ammissibilità formale e sostanziale avverrà in confronto negoziale con i singoli Enti proponenti l’individuazione degli interventi ammissibili a finanziamento.
Il confronto negoziale diretto per ciascun Ente potrà svolgersi nell’ambito di un massimo di tre tavoli negoziali diretti. Le proposte progettuali potranno essere oggetto di modifica e integrazione nell’ambito dei suddetti tavoli tecnici.
Al termine dell’ultimo tavolo tecnico di confronto negoziale diretto i contenuti della proposta progettuale saranno considerati definitivi.
La versione definitiva della proposta progettuale sarà sottoposta a valutazione attraverso l’applicazione dei criteri di valutazione riportati al paragrafo 5.2 della Comunicazione.
Sarà considerata ammissibile a finanziamento la proposta definitiva che in sede di valutazione avrà raggiunto, su entrambe le griglie di valutazione, e per tutti i sub criteri, un giudizio sufficiente/buono.

Contributo massimo per progetto: 2.175.000,00 euro
Risorse totali stanziate: 13.050.000,00 euro (9.000.000,00 euro a valere sull’Asse III, sub-Azione 3.2.b “Interventi per la diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale – Messa a disposizione di spazi fisici per lo svolgimento di attività imprenditoriali di interesse sociale” del POR Puglia 2014-2020, e 4.050.000,00 euro sull’Asse IX, Sub-Azione 9.3.a “Interventi per l’Innovazione sociale” del POR Puglia 2014-2020).

Contatti
Responsabile di procedimento Vito Bavaro
Responsabile di Sub-Azione 3.2b Giorgia Battista
Responsabile di Sub-Azione 9.3a Monica Luisi