POR - POR Puglia 2014-2020

Programma Operativo della Regione Puglia 2014-2020

Nella predisposizione del Programma Operativo Regionale (POR), la Regione Puglia ha scelto
di realizzare una forte integrazione tra il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) ed il
Fondo Sociale Europeo (FSE) definendo un Programma Multifondo.

Leggi di più

Nella predisposizione del Programma Operativo Regionale (POR), la Regione Puglia ha scelto di realizzare una forte integrazione tra il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) ed il Fondo Sociale Europeo (FSE) definendo un Programma Multifondo.

La strategia del POR FESR 2014-2020 della Regione Puglia ha inteso assicurare la continuità con le azioni poste in essere nell'ambito della Programmazione 2007-2013, individuando tre macroaree d'intervento allineate con gli obiettivi di Europa 2020. A ciò si aggiungono le politiche per il rafforzamento della capacità amministrativa.

 

 

  • Politiche per la ricerca e l'innovazione il cui obiettivo è quello di sviluppare programmi e interventi nel campo della ricerca industriale e dell' innovazione aventi a riferimento i paradigmi della open innovation; di rafforzare il sistema digitale regionale (a partire dalla riduzione del digital divide) e di ampliare le condizioni per il potenziamento della competitività del tessuto economico e imprenditoriale pugliese anche in un'ottica di internazionalizzazione.

  • Politiche di contesto (infrastrutturazione e ambiente) finalizzate al miglioramento delle condizioni in ordine all'efficientamento energetico, alla messa in sicurezza del territorio, alla tutela e alla valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, alla promozione di sistemi di trasporto sostenibili. Ciò anche nella direzione di promuovere uno sviluppo urbano sostenibile, a partire dai contesti periferici che necessitano di adeguati interventi di riqualificazione.

  • Politiche per Il mercato del lavoro, l'inclusione sociale e il welfare orientate a incrementare l'offerta di lavoro attraverso interventi di incentivazione all'occupazione e di allargamento della partecipazione al mercato del lavoro. A ciò si aggiungono azioni specifiche orientate alla riduzione delle povertà e al contrasto dell'esclusione sociale oltre che interventi per il miglioramento delle competenze scolastiche e formative.

  • Politiche per il rafforzamento della capacità amministrativa mirate al potenziamento delle competenze (delle responsabilità e dei modelli organizzativi), alla riduzione degli oneri burocratici (semplificazione), al rafforzamento della trasparenza e al ricorso a modalità di intervento condivise.

Due elementi di novità introdotti dalla Puglia nel suo Programma Operativo sono rappresentati dalla definizione di Strategia regionale per la Specializzazione intelligente (composta da due documenti "SmartPuglia 2020" e "Agenda Digitale Puglia2020") e da un Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA). La dotazione complessiva destinata al Programma Operativo Regionale 2014-2020 della Regione Puglia è di 7.120.958.992 euro.

Programma POR Puglia 2014-2020, adottato dalla CE, nel formato redatto dall’Autorità di Gestione Programma Operativo Regionale Puglia 2014-2020 - approvato con decisione della Commissione Europea c(2015) 5854 - Luglio 2015



Presa d’atto della Decisione di esecuzione della Commissione Europea C(2018) 7150 del
23/10/2018. Deliberazione della Giunta Regionale 15 novembre 2018, n. 2029 POR
PUGLIA FESR FSE 2014-2020


Presa d'atto della Decisione di esecuzione della Commissione europea C(2017) 6239 del 14 settembre 2017 - Deliberazione della Giunta Regionale n. 1482 del 28/09/2017, POR Puglia FESR-FSE 2014-2020


Coerentemente con quanto richiesto dalla Commissione Europea, la Regione Puglia ha varato un Piano di Rafforzamento Amministrativo (PRA) volto a valorizzare e potenziare le competenze presenti dell'Ente. Esso rappresenta uno strumento per migliorare la gestione delle proprie politiche, dei fondi comunitari e del funzionamento delle amministrazioni ad esse collegate. Le principali priorità di rafforzamento amministrativo verteranno sul coinvolgimento del personale direttamente impegnato nell'attuazione del Programma e del partenariato istituzionale e socio economico; sullo snellimento dei procedimenti autorizzativi e sul miglioramento delle capacità tecnico-progettuali dei beneficiari esterni.




Gli strumenti finanziari sono definiti dal Regolamento (UE) n. 966/2012 come "misure di
sostegno finanziario dell'Unione fornite a titolo complementare dal bilancio per conseguire
uno o più obiettivi strategici specifici dell'Unione. Tali strumenti possono assumere la
forma di investimenti azionari o quasi-azionari, prestiti o garanzie, o altri strumenti di
condivisione del rischio, e possono, se del caso, essere associati a sovvenzioni."

Per il periodo di programmazione 2014-2020, gli strumenti finanziari sono disciplinati dal
Regolamento (UE) n. 1303/2013 che contiene una specifica sezione (Titolo IV – articoli da
37 a 46), rinviando, per la disciplina di maggior dettaglio, a successivi regolamenti delegati
e di esecuzione.

Il Programma Operativo Regionale Puglia 2014-2020 (CCI2014IT16M2OP002), approvato
con Decisione della Commissione Europea C(2015)5854, ha inteso dare continuità agli
strumenti finanziari già attivati nel corso della Programmazione 2007/2013 sia nella
forma delle garanzie dirette e di portafoglio, sia nella forma del risk sharing loan.

La Regione Puglia ha incaricato Puglia Sviluppo S.p.A., Organismo intermedio del POR
2014-2020, di realizzare la valutazione ex-ante prevista dall'art. 37(2) del Regolamento
(UE) 1303/2013 relativamente ai regimi di aiuto, anche avvalendosi dell'ausilio di
Organismi scientifici, società, professionisti esterni, nel rispetto della vigente normativa in
materia di appalti pubblici.