Selezione di interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia - Smart Grids

Quando partecipare

dal 07/06/2019 al 31/10/2019
Opportunità scaduta

Attraverso l'Avviso pubblico per la selezione di interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia (smart grids), la Regione Puglia sostiene le Amministrazioni Pubbliche nell'implementazione di smart grids, micro-reti elettriche per distribuire energia in modo efficiente, sostenibile, economicamente vantaggioso e sicuro.

L'iniziativa promuovere lo sviluppo di nuove forme di distribuzione di energia proveniente da fonti rinnovabili, al fine di incrementare l’affidabilità e la qualità nella fornitura dell’energia elettrica e ridurre delle emissioni di CO2.

 

Chi può partecipare

Amministrazioni Pubbliche pugliesi che abbiano la piena disponibilità di infrastrutture o edifici nei quali intendono realizzare il sistema energetico intelligente a destinazione d’uso pubblico

 

Cosa finanzia

Realizzazione di sistemi intelligenti di distribuzione dell'energia (smart grids) associati a sistemi di accumulo dell'energia da destinare ad applicazioni ad uso pubblico

 

Come partecipare

La domanda di partecipazione può essere presentata attraverso tre modalità: 

  •  via Posta Elettronica Certificata alla Regione Puglia - Sezione Infrastrutture Energetiche e Digitali all'indirizzo bando4.3@pec.rupar.puglia.it, indicando in oggetto POR Puglia 2014-2020 - Asse 4, Azione 4.3 - Avviso per la selezione di interventi finalizzato alla realizzazione di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia (Smart Grids);
  • via posta raccomandata indirizzata a Regione Puglia - Sezione Infrastrutture Energetiche e Digitali – Corso Sonnino n. 177 - 70126 Bari, con la seguente dicitura riportata sul plico POR Puglia 2014-2020 - Asse 4, Azione 4.3 - Avviso per la selezione di interventi;
  • consegna a mano presso la Sezione Infrastrutture Energetiche e Digitali della Regione Puglia in Corso Sonnino n. 177 a Bar dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 9:00-13:00; sul plico contenente la documentazione deve essere riportata la dicitura POR Puglia 2014-2020 - Asse 4, Azione 4.3 - Avviso per la selezione di interventi finalizzato alla realizzazione di sistemi intelligenti di distribuzione dell’energia (Smart Grids)

 

Opportunità scaduta

In relazione all'oggetto indicato, la presente per porre il seguente quesito: avendo eseguito per conto del Comune di Foggia un sopralluogo sull'impianto fotovoltaico sito sulla casa comunale, regolarmente in esercizio, al fine della partecipazione al Bando in Oggetto, durante la verifica dello stato di conservazione dei componenti è emersa la necessità di eseguire un revamping sia dei moduli che degli inverters per rinnovare la tecnologia ed aumentarne l'efficienza. La domanda è se è possibile utilizzare una quota parte del contributo di 180.000,00 € per eseguire il revamping dell'impianto, appena descritto?

Con riferimento al quesito si ritiene che le spese di revamping dell’impianto fotovoltaico non risultano una spesa ammissibile coerente con le finalità dell’avviso. Tuttavia, nel caso di specie si potrebbero ritenere ammissibili le spese di rinnovo degli inverters qualora il beneficiario dimostri la stretta funzionalità tecnica con la realizzazione della rete intelligente.

In relazione all'oggetto indicato, la presente per porre il seguente quesito: essendo previsto nel bando, un maggiore punteggio per gradi d'innovatività alti, quali l'integrazione, la gestione e il controllo all'interno della micro-rete di una o più colonnine di ricarica per veicoli elettrici, en on essendo dotato il Comune di un veicolo elettrico, pur installando una colonnina essa rimarrebbe fine a se stessa. La domanda è se è possibile, oltre a tutta l’infrastruttura di sistema, acquistare un veicolo elettrico da far rientrare nelle spese finanziabili, che funzioni in modalità bidirezionale in modo da poter usufruire di veicoli elettrici considerandoli come sistemi di stoccaggio in grado non solo di assorbire energia dalla microrete, ma anche di erogare nei momenti di bisogno mediante l’uso di specifici algoritmi.

Con riferimento al quesito, si specifica quanto segue. Le principali apparecchiature che costituiscono, in linea generale, una micro rete intelligente sono la generazione locale (distribuita), il controllo di potenza dei carichi, l’interfaccia verso la rete principale e il sistema di comando, controllo, supervisione della micro rete intelligente e un sistema di accumulo. Le spese per acquisto di un veicolo elettrico non sono spese ammissibili con le finalità dell’avviso. La tecnologia Vehicle to grid, di cui si fa riferimento nell’avviso, è finalizzata alla sola installazione delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche che consentano - attraverso un funzionamento bidirezionale - di restituire energia alla rete quando conveniente o necessario e non all’acquisto di un veicolo elettrico. Inoltre si precisa che le di colonnine sono infrastrutture di ricarica pubblica e non di esclusivo utilizzo del Comune, pertanto possono usufruirne anche i cittadini.

In relazione all’oggetto indicato, la presente per porre il seguente quesito: al punto 3.1 del Bando è riportato che “ciascun Soggetto Proponente può presentare un’unica proposta progettuale, la quale potrà riguardare un solo sistema intelligente di distribuzione dell’energia (smart grid)”. Pertanto un Ente proprietario di due edifici (utenze elettriche distinte) ciascuno dotato di un impianto fotovoltaico connesso alla rete, può presentare domanda solo per uno di essi?

Con riferimento al quesito si conferma quanto riportato nel bando circa l’obbligo da parte del Soggetto proponente di presentare un’unica proposta progettuale, tuttavia più edifici possono essere integrati nella medesima Smart Grid come previsto al punto D della griglia di valutazione del Bando.

Si sottopongono i seguenti quesiti: - Punto A.2 della griglia di valutazione del Bando si richiedono maggiori delucidazioni in merito alla richiesta di cambiamento tecnologico radicale nei prodotti e nei processi. Si intende, quindi, ad esempio, che sono assegnati maggiori punteggi se il cambiamento tecnologico è riferibile alla realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo oinvece, il cambiamento tecnologico è più semplicemente già da riferire all'adozione dei soli sistemi di accumulo e ricarica di auto elettriche in contesti, comunali o anche locali, privi finora di tali tecnologie? - Punto A.3 della griglia di valutazione del Bando sono premiati sistemi di monitoraggio, gestione e controllo delle Smart Grid che possono ottimizzare i flussi energetici in maniera iterativa sulla base delle misure dei consumi e della producibilità. Si intendono, quindi, quei sistemi tecnologici in grado di auto regolarsi per stabilire in quali frazioni temporali erogare o consumare energia? Sarebbe altrimenti possibile definire esempi pratici di riferimento?

Con riferimento al quesito di cui al punto A.2 della griglia di valutazione, per “cambiamento tecnologico” si intende la soluzione progettuale innovativa intesa anche come progetto di ricerca e sviluppo.
Con riferimento al quesito di cui al punto A.3 della griglia di valutazione, si rappresenta che la suddetta griglia esplicita, per ciascun sub-criterio, in maniera chiara quanto richiesto dall’intervento.